Il Social learning ha “l’aula” in testa

metaloghi organizzativi 2.0

Schermata 2014-06-23 alle 20.12.46In una brainstorming con il collega Roberto Pezza abbiamo convenuto sul fatto che esiste un tema cruciale quando si approcciano progetti di social learning transformation: la sostituzione dell’aula in presenza con modalità di social&digital learning.

Naturalmente questa opportunità va salutata positivamente, sia per gli effetti di recupero di efficienza per le organizzazioni, sia per la ricchezza ulteriore che gli approcci digital possono generare sul fronte dell’esperienza di apprendimento stesso.

Ma esistono delle insidie che vanno considerate bene prima di attivare una smaterializzazione netta dell’aula come spazio formativo(uso spazio, e non solo modalità, a ragion veduta).

Prima di passare all’analisi di queste insidie introduco un concept che tendo ad usare con gli interlocutori interni alle aziende quando sto su progetti di social learning. Rappresento una distinzione molto netta fra il modello e-learning e quello digital learning:

  • il primo si sostanzia in forme di trasferimento di contenuto che la persona viene abilitata ad esplorare…

View original post 993 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...